Pedodonzia Studio Dentistico Calzonetti

 16 ottobre 2015
Posted by Dott. Fabio Calzonetti
Se l'articolo ti piace condividilo!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

La pedodonzia è la branca della Odontoiatria che si occupa di prevenire e/o curare le carie nei denti da latte. Questo è un aspetto importante della pedodonzia in quanto i denti dei bambini (o denti da latte) svolgono fisiologicamente funzioni molto importanti: una di esse è il mantenimento dello spazio per i denti permanenti che dovranno erompere.

Anche le abitudini viziate quali ad esempio la respirazione orale, il succhiamento del pollice, la deglutizione atipica, il morso del labbri inferiore, disturbi di pronuncia dei fonemi consonantici( dislalia) e le malocclusioni possono essere scoperte in età precoce.

È consigliabile fare una prima visita intorno ai 3-4 anni e il dentista pedodontista deve instaurare da subito un rapporto confidenziale con il piccolo paziente in modo da conquistare la sua fiducia ed avere la collaborazione necessaria per eventuali trattamenti da eseguire.
Importanza particolare riveste ,nell’ambito della prevenzione della carie; la fluoroprofilassi professionale.

Perché fare la fluoroprofilassi professionale e quale è il procedimento?

Lo smalto dentario, lo strato più esterno del dente, è formato per il 96% da minerali e per il 4% da sostanze organiche ed acqua. La parte minerale è rappresentata fondamentalmente da idrossiapatite . La dissoluzione dell’idrossiapatite è chiamata demineralizzazione, la sua formazione remineralizzazione. In una bocca sana questi due processi si bilanciano. Quando c’è più demineralizzazione che remineralizzazione nel dente si producono cavità che le applicazioni topiche di fluoro possono prevenire favorendo la remineralizzazione dello smalto.

La fluoroprofilassi professionale consiste quindi nella prevenzione della carie dentaria attraverso l’applicazionie topica di mascherine contenenti gel al fluoro.

Oltre la fluoro profilassi, tra le metodiche di prevenzione, vi sono le sigillature dei solchi dentali. I solchi dentali sono le zone più esposte al rischio di carie in quanto ricettacoli di residui alimentari

Come si fa una sigillatura dei solchi?

Innanzitutto si procede alla detersione della superficie da sigillare con delle coppette da lucidatura; quindi si applica un sottile strato di sigillante che chimicamente è una resina a bassissima viscosità.La resina va a riempire il solco dentale per cui ne residua una superficie più regolare e liscia e si impedisce così il ristagno di residui alimentari.

sigillatura-dentista-marche-calzonetti

Dott. Fabio Calzonetti
Odontoiatra e Dental Blogger. Direttore sanitario dello Studio Dentistico Dott. Calzonetti.